SINVE - Società Italiana di Nutrizione Vegetariana

L’uomo, nella sua storia evolutiva, ha accolto come cibi molte specie naturali vegetali e animali: ha selezionato quelle più vantaggiose, è arrivato a gestirne il patrimonio genetico, a modificarne caratteri e qualità nutrizionali. Nelle società avanzate va emergendo una viva sensibilità verso tutto ciò che è “naturale” e il cui uso e consumo agevoli la vita, preservi la salute, promuova il benessere e non danneggi l’ambiente; il vegetarianesimo è, fra gli stili alimentari dell’uomo, quello che più si avvicina a tali aspirazioni.

 

Nelle società avanzate va emergendo una viva sensibilità verso tutto ciò che è “naturale” e il cui uso e consumo agevoli la vita, preservi la salute, promuova il benessere e non danneggi l’ambiente; il vegetarianesimo è, fra gli stili alimentari dell’uomo, quello che più si avvicina a tali aspirazioni.

Innumerevoli studi pubblicati su riviste scientifiche hanno evidenziato che i principi nutritivi derivati dalle piante e dai loro prodotti sono utili nel prevenire e curare malattie cardiovascolari, diabete, obesità e che, inoltre, riducono il rischio per molteplici tipi di neoplasie.

Rapporti ufficiali della FAO e dell’ONU indicano nell’allevamento animale e in tutto ciò che vi ruota intorno una tra le prime fonti di produzione di gas serra, all’origine dell’attuale crisi climatica: un’alimentazione basata sulle piante contribuisce a mantenere gli equilibri del pianeta e a conservare le diverse forme di vita che lo abitano. Vegetarismo è anche, per l’uomo, rispettare i diritti degli altri animali, riconoscere il loro interesse a non soffrire, a non essere mutilati, a non essere confinati: nella scelta di non nutrirsi degli animali è l’umanità che si esprime e afferma i propri valori etici riconoscendo i suoi stessi diritti all’altro da sé, al naturalmente diverso e necessariamente simile.

 

Il vegetarianesimo è l’approdo condiviso di molteplici istanze umane: nutrizionali ed ecologiche, filosofiche e giuridiche

Il vegetarianesimo è l’approdo condiviso di molteplici istanze umane: nutrizionali ed ecologiche, filosofiche e giuridiche, scaturite dal lungo ragionamento che nel corso dell’evoluzione ha posto l’uomo, esso stesso natura, a confrontarsi con l’ambiente naturale e con le specie che lo popolano, acquisendo consapevolezze e derivandone comportamenti.

 

La SINVE nasce con l’obiettivo di promuovere studi ed esperienze scientifiche su temi che abbiano nella nutrizione vegetariana il loro punto di riferimento.

Per le nostre conoscenze, il vegetarianesimo appare una risposta idonea a coniugare in una visione olistica i cibi e il loro consumo con i fattori naturali e geografici, le necessità biologiche, gli aspetti storici e antropologici, etici e culturali che sottendono la complessità e concorrono alla definizione dell’alimentazione dell’uomo.